In GU il DM sul RNDT

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27 febbraio 2012, Supplemento Ordinario n. 37, il Decreto 10 novembre 2011 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, di concerto con il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare , con il quale, sentito il Comitato per le Regole Tecniche sui Dati Territoriali delle Pubbliche Amministrazioni e la Conferenza Unificata, sono state stabilite le regole tecniche per la definizione del contenuto del RNDT nonchè le modalità di prima costituzione e di successivo aggiornamento dello stesso.

In particolare il provvedimento, oltre a enunciare i principi generali e le funzioni del RNDT in attuazione dell’art. 59 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e del decreto legislativo n. 32/2010 di recepimento della direttiva Inspire (2007/2/CE), dispone termini e modalità per i conseguenti adempimenti di alimentazione e aggiornamento da parte delle amministrazioni interessate.
Il Repertorio è una delle 6 basi di dati di interesse nazionale e costituisce il catalogo ufficiale dei metadati riguardanti i dati territoriali e i relativi servizi disponibili presso le pubbliche amministrazioni. Come previsto dall’art. 59 del CAD, DigitPA è direttamente investito nella sua gestione organizzativa e tecnologica, in coerenza con le disposizioni che disciplinano il Sistema pubblico di connettività e cooperazione.
Nel corso delle prossime settimane le amministrazioni potranno avviare le attività di alimentazione del Repertorio con i metadati relativi ai propri dati territoriali tramite il portale dedicato e sarà cura di DigitPA offrire tutte le informazioni e istruzioni necessarie pubblicando anche sul sito istituzionale la documentazione completa.