INSPIRE in Italia, monitoraggio e stato di implementazione 2016

grafico INSPIRE ITCome previsto dalla Direttiva INSPIRE, il 15 maggio scorso ISPRA, con il coordinamento del Ministero dell'Ambiente, autorità competente per l'attuazione di INSPIRE in Italia, ha comunicato l'aggiornamento 2016 dell'elenco dei set di dati territoriali e relativi servizi corrispondenti alle categorie tematiche di cui agli allegati I, II e III della Direttiva, e dei servizi di rete, disponibili in Italia.

Tali informazioni, disponibili sulla dashboard INSPIRE dedicata, sono state elaborate da AgID sulla base del contenuto dei metadati pubblicati nel RNDT al 31/12/2016.

Gli indicatori misurati nel monitoraggio INSPIRE riguardano: esistenza e conformità dei metadati e loro accessibilità tramite servizi di ricerca, conformità dei set di dati territoriali rispetto alle data specifications e loro accessibilità tramite servizi di consultazione e per lo scaricamento, utilizzo e conformità dei servizi di rete.

Il Ministero dell'Ambiente, inoltre, ha pubblicato sul geoportale nazionale un comunicato sullo stato di implementazione di INSPIRE in Italia al 2016 basato sulla "country fiche" della Commissione Europea.

Da quest'anno, infatti, la Commissione, sulla base delle informazioni del monitoraggio e della rendicontazione triennale, predispone una scheda sintetica per ogni Stato Membro che mette in evidenza i progressi compiuti nelle varie aree dell'implementazione di INSPIRE e presenta una prospettiva delle azioni previste per migliorare ulteriormente l'attuazione di INSPIRE stessa.

Come si evince dal comunicato, i metadati, disponibili nel RNDT, presentano un trend di attuazione molto positivo con un outlook che evidenzia che sono state identificate azioni chiare e mirate che consentono di raggiungere in modo efficace gli obiettivi fissati dalla legislazione.