Prevenzione rischio sismico: RNDT e INSPIRE tra i requisiti per i dati prodotti

logoDPC Il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha reso noto che il 4 novembre u.s. è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 257 l'Ordinanza che disciplina i contributi per gli interventi di prevenzione del rischio sismico previsti dall’art.11 della legge 77 del 24 giugno 2009, relativamente ai fondi resi disponibili per l’annualità 2014.

Tra gli interventi previsti c'è lo stanziamento di 16 milioni di euro per realizzare gli studi di Microzonazione Sismica e Condizione Limite per l'Emergenza, che si concretizzano nella produzione di numerosi dataset geografici nelle aree urbane di un gran numero di comuni.

A tale proposito, una delle novità dell'ordinanza di questa annualità consiste nel comma 4 dell'art.1 in cui si prescrive che tutti i dati prodotti dovranno essere corredati dai relativi metadati secondo le specifiche del RNDT e resi disponibili attraverso servizi conformi a INSPIRE, secondo le modalità che saranno definite.